font-the-27-club


Photoshop 2020 craccato ancora prima del lancio ufficiale

Incredibile ma vero la versione Photoshop 2020  è stata craccata ancora prima del lancio ufficiale , questa volta siamo di fronte ad un autentico record 


Photoshop 2020 v.21.0 è stato presentato solo ieri, ma addirittura già qualche ora prima della conferenza Adobe MAX sui soliti siti torrent si poteva scaricare sia l’applicazione, sia l’utility “Adobe Zii 2020” che consente di aggirare la registrazione. 

A quanto pare secondo una "leggenda del web" la stessa Adobe non ha mai voluto creare un sistema efficace antipirateria per le applicazioni della Creative Suite, per consentire a chiunque di imparare a utilizzare i suoi software prima di intraprendere la carriera professionale, poi, una volta avviata la propria attività, le stesse persone che hanno utilizzato le copie piratate, acquistano le licenze.

Questo è il motivo per cui la Creative Suite è onnipresente nelle industrie di design e fotografia. Con l’arrivo della Creative Cloud, Adobe ha rivoluzionato il sistema di distribuzione: non si acquista più la suite o le singole applicazioni, ma si “noleggiano”: da €12,19 al mese per il piano “fotografia” (versione più recente di Photoshop e Lightroom). Le applicazioni si continuano ad installare sul computer, ma ogni 30 giorni per gli abbonamenti mensili, o 180 giorni per quelli annuali, bisogna collegarsi ad Internet per convalidare la licenza. In caso contrario, le applicazioni smettono di funzionare

Posta un commento

0 Commenti