Breaking

lunedì, marzo 30, 2020

WhatsApp limita la durata dei video - Ecco cosa cambia per gli utenti

Ritorniamo a parlare di WhatsApp , nelle ultime ore è stato annunciato un limite di massimo quindici secondi per i video pubblicati all'interno dello Stato , quindi cerchiamo di fare chiarezza e vediamo di cosa si tratta , e di cosa si tratta e cosa cambia per gli utenti


whatsapp

Arrivano i primi provvedimenti di WhatsApp per limitare l’uso della connessione a Internet a causa del COvid-19: i video pubblicati negli Stati non possono durare più di quindici secondi. Per il momento la limitazione è attiva solamente in India, ma non è escluso che già nelle prossime ore o al più qualche giorno arrivi anche in Europa e in Italia. La decisione di WhatsApp segue quella già effettuata da altri social network come ad esempio Facebook e Instagram che hanno abbassato il bitrate dei filmati per non intasare troppo l’uso della Rete. In questi giorni difficili in tutto il Mondo, dove oltre un miliardo di persone sono rinchiuse in casa per combattere contro un nemico invisibile, Internet e l’architettura della Rete sono messe in grande difficoltà a causa dell’elevato utilizzo che se ne sta facendo. Proprio nei giorni scorsi Facebook, proprietaria di WhatsApp, ha lanciato l’allarme: se nei prossimi giorni si conferma il trend di crescita di utilizzo dell’app e soprattutto delle chiamate e videochiamate, i server dell’applicazione potrebbero fondersi, portando a un blackout totale.

WhatsApp limite ai video: cosa cambia per gli utenti 


La prima iniziativa presa da WhatsApp riguarda uno strumento secondario dell’applicazione: gli Stati. Si tratta delle immagini e video a tempo che possono essere pubblicati sul proprio profilo e che vengono eliminati dopo ventiquattro ore. La funzionalità è molto utilizzata in India e per questo motivo i tecnici hanno deciso di limitare la durata dei filmati caricati sugli Stati a massimo quindici secondi. L’obiettivo è non saturare la banda e cercare di non “rompere Internet”. Il limite per il momento riguarda solamente l’India, ma non è detto che nei prossimi giorni arrivi anche in Italia. WhatsApp, infatti, ha lanciato un allarme che riguarda l’utilizzo intensivo che in questi giorni si sta facendo delle chiamate e delle videochiamate a causa del Covid-19. Soprattutto da parte degli utenti italiani, i primi a sperimentare il lockdown e che per restare in contatto con i propri amici e cari si sono riversati sulle piattaforme di messaggistica e per le videoconferenze. Cosa cambia per gli utenti con questa decisione da parte di WhatsApp? Non si tratta di un grande cambiamento, ma solamente di una soluzione temporanea per affrontare il momento di crisi. WhatsApp ha già assicurato che una volta finito il lockdown la situazione tornerà alla normalità. 



Come già scritto in precedenza, non c’è nessuna certezza che la limitazione arrivi anche in Italia. Al momento in cui scriviamo non c’è nessun limite di durata nei video caricati nello Stato. Ma non è escluso che nei prossimi giorni arrivi anche da noi.

Nessun commento:

Posta un commento