Oggi vogliamo parlarvi dello SPID , servizio di identità digitale vediamo a cosa serve e come si richiede


Lo Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) è un domicilio virtuale che permette a cittadini e imprese di accedere, con un’unica identità digitale, a tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni. 

Grazie allo SPID è possibile accedere a tutti i servizi online della P.A. con un’unica autenticazione, senza cioè dover ricordare decine di Pin, password, codici di accesso. L’identità SPID è costituita da credenziali (nome utente e password) che vengono rilasciate all’utente e che permettono l’accesso a tutti i servizi online.

Come funziona lo SPID

Con lo Spid i cittadini non solo riceveranno le comunicazioni della P.A. tramite Pec, ma anche potranno accedere ai siti istituzionali delle amministrazioni stesse e, autenticandosi con un’unica chiave di accesso (username e password), chiedere informazioni e certificati. L’utilità dello Spid sta proprio in questo: l’autenticazione non varierà più da sito a sito, obbligando l’utente a ricordare decine di credenziali di accesso, ma sarà unica per tutti i siti della P.A.


Si tratta di un sistema unico di accesso con identità digitale ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti. Sia i cittadini che le imprese possono accedere ai servizi attraverso un’identità digitale unica (o identità SPID) che permette l’accesso da ogni device. 

I primi tre gestori di identità SPID accreditati sono stati InfoCert, Poste Italiane e Tim, a seguire sono stati accreditati Aruba, Sielte, Namirial e Register. 

Tramite l’identità SPID – costituita dalle credenziali nome utente e password – si può accedere ai servizi di diversi enti e regioni come Agenzia delle Entrate, INPS, Inail, Regione Emlia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Piemonte e Umbria, comuni di Firenze, Venezia, Lecce e Genova, oltre ad atenei come l’Università di Roma La Sapienza. 

SPID identità digitale - Come si richiede

Per ottenere le credenziali SPID bisogna rivolgersi a uno dei gestori accreditati e trasmettere documento di identità valido (carta di identità o passaporto), tessera sanitaria, indirizzo e-mail e numero di cellulare. 

Le informazioni su dove e come richiedere le credenziali SPID si possono trovare all’indirizzo spid.gov.it/richiedi-spid. 

Ma chi può richiederla? L’identità SPID può essere richiesta da tutti i cittadini italiani (oppure dotati di permesso di soggiorno e residenti in Italia) che abbiano compiuto 18 anni.



Per richiedere e ottenere le tue credenziali SPID hai bisogno di: un documento di identità valido (carta di identità o passaporto) e la tua tessera sanitaria. Ti servirà anche: un indirizzo e-mail e il numero di telefono del cellulare che usi normalmente (anche se non sei tu l’intestatario del contratto)

È importante sapere che i dati personali comunicati al gestore con il quale si intende richiedere l’identità SPID non verranno mai utilizzati a scopo commerciali. Gli Identity Provider, infatti, non possono utilizzare i dati personali dell’utente né cederli a terze parti senza autorizzazione dell’utente stesso. All’atto della registrazione devono essere esplicitamente distinti i dati necessari all’ottenimento dell’identità digitale dalle ulteriori informazioni (non obbligatorie) che il gestore di identità potrà eventualmente richiedere. 

Posta un commento

0 Commenti