FAT, FAT32, NTFS e exFAT - Ecco le principali differenze - Tecnolovez

lunedì 16 settembre 2019

FAT, FAT32, NTFS e exFAT - Ecco le principali differenze

Quando formattiamo un'unità di memoria (come hard disk, chiavette o memory card) oltre ad andare a cancellare ogni file memorizzato, possiamo anche determinare con quale tipologia di file system deve essere, appunto, formattata l'unità.


Possiamo formattare molto semplicemente qualsiasi un'unità andando in risorse del computer ("Questo PC") e facendo tasto destro, "Formatta...". A questo punto si aprirà la finestra per confermare l'operazione, dove è presente anche il menu a tendina per selezionare il file system (se non si seleziona nulla verrà proposto quello predefinito).

più comuni file system sono:
-FAT (molto vecchio)
-FAT32 (il più diffuso e compatibile)
-NTFS (il più recente)
-exFAT (l'unione tra FAT32 e NTFS, ma poco utilizzato/compatibile)


1. FAT (FAT16): è uno dei file system più vecchi (anni 1987-88) e con una compatibilità praticamente massima. E' il predecessore del FAT32 e andrebbe utilizzato solo su unità di memoria abbastanza piccole, a causa delle limitazioni (come la quantità di file per cartella, la dimensione massima di un file, e la dimensione di una partizione). 




2. FAT32: è nato con Windows 95, per rimpiazzare il FAT16. E' compatibile con tutti i computer Windows, Mac e Linux, con le console di gioco Xbox, PlayStation, con le TV, i decoder, le autoradio, praticamente con qualsiasi device che dispone di un ingresso USB.
La grande limitazione è che però non supporta i file di dimensione superiore ai 4 GB, quindi non si possono salvare file che hanno una dimensione superiore ai 4 GB, inoltre (per il momento poco rilevante) non supporta partizioni più grandi di 8 TB teorici (circa 8.000 GB).




3. NTFS: appare per la prima volta con Windows XP dove la prima grande limitazione del FAT32 viene innanzitutto superata. Con questo file system infatti si possono salvare file più grandi di 4 GB e si possono avere partizioni superiori agli 8 TB (di fatto le due limitazioni vengono completamente eliminate).
C'è una migliore gestione dello spazio e meno frammentazione e si può avviare la funzione di compressione file. Inoltre si possono aggiungere le autorizzazioni e protezioni su singoli file e cartelle.
La grande limitazione che invece colpisce NTFS è la poca compatibilità con i dispositivi, sembrerebbe quasi pensato solo per Windows.




4. exFAT (FAT64): questo file system è l'unione tra FAT32 e NTFS. Purtroppo sembra che alcuni dispositivi, sia più obsoleti che recenti, non riescano a riconoscerlo, comunque è compatibile con la maggior parte dei device. Ha fatto il suo ingresso con Windows Vista e successivamente negli altri sistemi.
Non presenta praticamente alcuna limitazione (numero di file, dimensioni, partizioni) e ha ottime prestazioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad