font-the-27-club


WhatsApp - Come usare lo stesso numero su più smartphone

Ritorniamo a parlare di whatsapp , negli ultimi tempi sta vivendo un periodo di grande fermento. Gli sviluppatori stanno lavorando su tante nuove funzionalità che dovrebbero arrivare entro la fine dell’anno o i primi mesi del 2020. 



Di alcune abbiamo parlato approfonditamente, come ad esempio la modalità scura che secondo le ultime indiscrezioni è pronta a fare il suo debutto sulla versione beta di WhatsApp. Ma la dark mode non è l’unica novità che gli sviluppatori hanno in serbo per noi utenti. Nei prossimi mesi arriverà un nuovo strumento che rivoluzionerà l’uso di WhatsApp e renderà l’applicazione ancora più utile. Di che cosa stiamo parlando? Della possibilità di utilizzare lo stesso account WhatsApp su dispositivi differenti. Finora il profilo personale è legato al numero della SIM: ad ogni scheda telefonica è associato un account. Nei prossimi mesi non sarà così: si potrà usare lo stesso profilo WhatsApp su più smartphone, un po’ come già accade con WhatsApp Web. la funzionalità è ancora in fase di sviluppo, ma come spesso accade in queste situazioni, i ragazzi di WaBetaInfo l’hanno già anticipata e hanno anche provato a spiegare come funziona, sebbene manchino ancora delle notizie ufficiali.

Come utilizzare lo stesso profilo WhatsApp su smartphone differenti

 Per molti utenti si tratterà di una vera e propria rivoluzione: utilizzare l’account principale di WhatsApp su più dispositivi (smartphone e tablet). Ancora non è ben chiara come avverrà la cosa, ma in Rete sono apparsi alcuni screenshot molto utili per capire un po’ il meccanismo che sta mettendo in piedi WhatsApp. Il procedimento dovrebbe funzionare più o meno in questo modo: quando si aggiungerà l’account WhatsApp su un secondo smartphone, l’applicazione invierà un codice sul dispositivo “principale”. Codice che poi bisognerà inserire sul secondo smartphone, per avere la conferma che non si tratti di un furto d’account. Una sorta di autenticazione a due fattori che eviterà qualsiasi tentativo degli hacker di rubare l’account WhatsApp. Inoltre, gli sviluppatori stanno lavorando anche per assicurare il massimo livello di sicurezza, sia sul dispositivo principale sia su quello secondario. Per questo motivo starebbero lavorando a una nuova tecnologia crittografica, simile alla crittografia end-to-end. Quando sarà disponibile la nuova funzionalità Non c’è ancora una data certa per il rilascio del nuovo strumento. Per il momento è in fase di sviluppo e tra un po’ verrà rilasciato nella versione beta. Dopo aver superato tutti i test, arriverà anche nella versione stabile. Una data plausibile è non prima del 2020.

Posta un commento

0 Commenti