Wi-Fi Mesh- Ecco cos’è e come funziona

Ritorniam a parlare di internet e connessioni,  forse non tutti sanno che il Wi-fi non è solo classico, ma esiste anche una variante che forse pochi conoscono ma è già ampiamente diffuso. Il network ha subito grandi modifiche e anche le impostazioni e altre caratteristiche tecniche che lo portano nelle nostre case sono stati modificati. 



Ogi parliamo del Wi-fi Mesh. Wi-Fi Mesh: cos’è e come funziona Le reti Wi-Fi mesi hanno la capacità funzionale di generare un network per ramificato ovviamente wireless, in cui ciascun nodo dove i segnali si incontrano, di ampliamento la copertura, come se questi punti di intersezione fossero focali e ulteriore stazione di amplificazione. Una rete Wi-Fi mesh quindi permette di superare molti svantaggi che vanno di solito a delineare una rete Wi-Fi classica, basti pensare appunto all’estensione, come in casa avviene spesso per cui molti device in determinate stanze non lo percepiscono o con una potenza veramente bassissima.



Nella rete mesi la rete wifi che ci viene data dal sottosuolo viene ampiamente ed equamente divisa in casa o in qualsiasi ambiente viene posta la rete e tutti i nodi, furbamente utilizzano lo stesso SSID, a differenza della tradizionale rete che poggia sull’unico modem. Infatti se siamo attenti alla descrizione, tutto ciò che è stato appena detto rientra nella definizione di peer-to-peer, caratteristica che impedisce il collasso di una rete potente che molti utilizzano, anche in contemporanea. 



Tutti i nodi sono autonomi nel loro funzionamento ma collaborano con un’intelligenza artificiale che permette di calcolare il percorso più adeguato da far compiere alla linea per raggiungere la massima copertura sicura.

Posta un commento

0 Commenti