Come aggiornare gratis Windows 7 a Windows 10 - Ecco la procedura da seguire



Ritorniamo a parlare di windows , dal 14 gennaio 2020, non hanno più alcun supporto ufficiale da parte di Microsoft. E, se la versione del sistema operativo è Windows7 Home, non possono neanche acquistare il supporto esteso per altri tre anni. 



Per fortuna, però, è ancora possibile passare da Windows 7 a Windows 10 in modo gratuito.In teoria l’aggiornamento gratuito a Windows 10 per chi ha Windows 7 (ma anche Windows 8.1) è terminato diversi anni fa e la pagina Web per scaricarlo è stata rimossa dal sito di Microsoft. Ma il metodo valido all’epoca è valido ancora e sono migliaia gli utenti che hanno aggiornato gratis Windows 7 anche dopo la scadenza della offerta gratuita di Microsoft. È logico credere, quindi, che Microsoft lo sappia benissimo e che tolleri questa pratica per stimolare il passaggio a Windows 10 e limitare i rischi (elevatissimi) derivanti dall’uso di un OS che non riceve più gli aggiornamenti di sicurezza essenziali.




Aggiornare Windows 7 a Windows 10 gratis: si può fare?

 Sì, si può fare ma il PC da aggiornare deve rispettare i requisiti hardware minimi per far girare Windows 10, altrimenti l’aggiornamento non verrà installato. Tali requisiti prevedono un processore da almeno 1 GHz, almeno 1 GB di RAM per la versione a 32 bit del sistema operativo e 2 GB per la versione a 64 bit, almeno 32 GB di spazio sull’hard disk, una scheda grafica compatibile almeno con DirectX9 con driver certificato WDDM, un monitor con risoluzione da almeno 800×600 e una connessione ad Internet. In pratica la stragrande maggioranza dei PC che ancora hanno Windows 7 installato è compatibile anche con Windows 10, anche se con i requisiti minimi difficilmente si avrà una esperienza d’uso soddisfacente.


Come aggiornare gratis Windows 7 a Windows 10

A questo punto, se il nostro PC ha i requisiti minimi, dopo aver fatto un backup dei dati (impostazioni e app installate verranno perse) possiamo aggiornarlo gratis a Windows 10. Per farlo dobbiamo andare sulla pagina Web del sito Microsoft dedicata al download di Windows 10 e scegliere di creare un disco di installazione scaricando l’apposito tool. Dopo aver lanciato il tool dobbiamo però scegliere di aggiornare il PC e non di creare un disco di installazione. Al termine dell’upgrade riceveremo un numero di licenza di Microsoft Windows 10 del tutto legittimo e funzionante, che potremo inserire nelle Impostazioni di attivazione (che troviamo facilmente digitando “attivazione” nella casella di ricerca del menu Start).

Posta un commento

0 Commenti