Breaking

domenica, aprile 19, 2020

Google Assistant arriva su SmartTV e box Android


Ritorniamo a parlare di smartphone , buone notizie per tutti gli utenti che utilizzano Google Assistant (ma non solo) 


arriva su nuovi dispositivi e rende la televisione sempre più intelligente. Ecco le novità principali A breve praticamente su tutte le Tv, anche quelle non smart, potremo utilizzare Google Assistant. Lo rivela la documentazione tecnica, recentemente aggiornata, relativa all’assistente vocale di Google che è stata scovata da Android Police. I dispositivi che potranno integrare Assistant, secondo queste carte, sono centinaia. Oggi Google Assistant è già disponibile sulle smart Tv con sistema operativo Android TV, sui telecomandi Logitech Harmony, sui set top box di Roku, Nvidia e altri produttori. In futuro sarà compatibile con le altre smart TV, i box e gli stick per lo streaming over-the-top, gli hub per la domotica e i telecomandi universali. La platea di dispositivi che potranno offrire la compatibilità con Google Assistant, quindi, cresce a dismisura fino, virtualmente, alla totalità dei device per l’intrattenimento. Tutti questi dispositivi potranno essere comandati con la voce, sia direttamente che tramite uno smart speaker compatibile con l’ecosistema Google e con l’app di Google Home: chi li produce dovrà semplicemente seguire le linee guida di programmazione del firmware e del software del dispositivo affinché possa ricevere i comandi standard di Assistant. Un po’ più complessa, ma sempre alla portata di tutti i produttori di device elettronici, sarà invece l’integrazione diretta tra i loro dispositivi e l’app di Google Home. Cosa si potrà fare con Google Assistant Quando tutti questi device saranno resi compatibili con Google Assistant potremo comandare con la voce l’accensione e lo spegnimento, aumentare o abbassare il volume, richiamare le impostazioni del dispositivo, cambiare canale sulle Tv o passare da un’app all’altra. Tutto senza toccare alcun telecomando o altra interfaccia fisica di controllo. Ci vorrà qualche mese affinché i produttori dei dispositivi integrino queste nuove funzionalità. Cosa si può controllare oggi con Google Assistant Al momento l’assistente vocale di Google è compatibile con circa 70 categorie di prodotti elettronici: dai frigoriferi ai bollilatte, passando per i condizionatori, le pentole elettriche, i purificatori d’acqua, porte e finestre e relativi sensori di apertura, luci smart, friggitrici, umidificatori, forni a microonde e molto altro. Nel codice attuale di Google Assistant ci sono persino delle linee che fanno riferimento alle vasche da bagno, con comandi specifici per riempire e svuotare la vasca con la possibilità di fermarsi ad un determinato livello

Nessun commento:

Posta un commento