TIM - Rimodulazioni per la telefonia fissa e servizi che andranno in vigore a partire dal 1° Ottobre 2020

Ancora brutte notizie per gli utenti TIM , nelle ultime ore il colosso di telefonia ha annunciato ufficialmente delle nuove rimodulazioni per la telefonia fissa e servizi che andranno in vigore a partire dal 1° Ottobre 2020.


Non c'è cosa più fastidiosa di queste continue rimodulazioni , per quanto riguarda Tim NON sono poche si parte con TUTTO VOCE, TUTTO VOCE con Sconto Fedeltà, TUTTO VOCE con Sconto Special e VOCE SENZA LIMITI che aumentano di 1,90€, mentre il costo di TUTTO VOCE SUPERSPECIAL e LINEA ISDN aumentano fino a 2€.

Potete esercitare il diritto di recesso senza panali o costi di disattivazione entro la fine del mese. Per quanto riguarda invece i servizi gli aumenti riguardano:



Chi è: Da 3€ passa a 4€ (permette di visualizzare sul Display del telefono chi vi chiama)
Avviso di chiamata, Conversazione a tre e Trasferimento di chiamata aumentano di 0,77€ ciascuno o di 0,69€ se li utilizzate tutti e 3
Il noleggio delle prese a spina aumenta di 0,49€, 1,16 per i telefoni e 1,62€ per i modem a noleggio
La spedizione della fattura cartacea aumenta a 3€
Le tariffe internazionali aumentano a 2,61€ per Voce Internazionale, 2,51€ per Nuova Welcome Home e 1,57€ per Welcome Home
L’opzione Internazionale in abbonamento aumenta a 1,77€
Come effettuare il recesso senza penali
“Il diritto di recesso senza penali né costi di disattivazione può essere esercitato facendone richiesta dall’Area Clienti MyTIM (previa registrazione), scrivendo alla Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma) o tramite PEC all’indirizzo disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it, chiamando il Servizio Clienti 187 o recandosi in un negozio TIM (per l’elenco dei negozi TIM vai su https://www.tim.it/negozi-tim o chiama gratuitamente il Servizio Clienti 187).

Per l’invio tramite posta o PEC, è necessario allegare una fotocopia del documento d’identità del titolare del contratto e specificare nell’oggetto della comunicazione: “Modifica delle condizioni contrattuali”. La suddetta comunicazione dovrà essere inviata anche nel caso di passaggio ad altro operatore, specificando nella stessa che il passaggio ad altro operatore viene effettuato per “Modifica delle condizioni contrattuali”.

Se sulla linea sono in corso pagamenti rateali, (es. telefoni, modem, TV, contributo attivazione, etc.), il Cliente potrà continuare a pagare le rate residue fino alla scadenza contrattualmente prevista o decidere di saldarle l’importo ancora dovuto in unica soluzione, specificando tale ultima richiesta nella comunicazione di recesso od anche in un momento successivo. Nel caso in cui l’offerta attiva abbia un vincolo temporale di permanenza (es. perché beneficia di offerte promozionali), non verranno addebitati gli importi contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata.”



“Il Cliente prende atto e accetta che TIM si riserva il diritto di adeguare la tecnologia dell’impianto telefonico del Cliente e fornire il Servizio mediante la migliore architettura di rete disponibile presso la sede ove detto impianto è ubicato. L’adeguamento tecnologico dell’impianto telefonico del Cliente non comporterà modifiche peggiorative delle condizioni economiche applicate o dei servizi forniti al Cliente. TIM si farà carico degli oneri connessi alla realizzazione dell’intervento di adeguamento tecnologico dell’impianto telefonico del Cliente, nonché dell’eventuale sostituzione del modem utilizzato dal Cliente, qualora lo stesso fosse incompatibile con la nuova configurazione impiantistica. Il Cliente sarà informato sulle modalità di adeguamento del proprio impianto telefonico con un preavviso di almeno 30 giorni rispetto alla data prevista di effettuazione del relativo intervento tecnico. In ogni caso il Cliente può dotarsi di modem compatibili da lui autonomamente scelti oppure esercitare il diritto di recesso senza penali né costi di disattivazione”.


Le vecchie connessione basate su ADSL verranno passate gratuitamente alla Fibra Ottica tramite tecnologie FTTC o FTTH, eventuali apparati obsoleti verranno sostituiti con quelli di nuova generazione.

Posta un commento

0 Commenti