In tanti la stavano aspettando e finalmente è arrivata , Tinder ha finalmente lanciato " Face to face" la sua nuova funzione per le videochat.


Quindi da oggi in chat dopo il match tra due potenziali partner sarà possibile vedersi in videochat  logicamente entrambi dovranno accettera " l'invito virtuale".

Anche se in tanti potrebbero esser diffidenti , questa nuova funzionalità della videochat potrebbe esser molto utile, soprattutto per verificare l’identità di chi si nasconde dietro a un account Tinder, sperando di non ritrovarsi davanti un falso profilo.

Per questo motivo l’app ha pensato anche alla sicurezza degli utenti: prima di avviare la videochat bisogna accettare un regolamento e se qualcosa andasse storto, si potrà segnalare qualsiasi comportamento inappropriato dell’utente.

Come funziona la videochat di Tinder

Con l’ultimo aggiornamento di Tinder arriva anche la tanto attesa funzione Face to Face per fare videochiamate tra potenziali partner direttamente in chat. Per avviare la videochiamata è necessario che tra i due utenti nasca un reciproco interesse o “match”, e che entrambi selezionino l’icona della videocamera.

Come per i classici match di Tinder, l’altro utente non saprà che è stato selezionato per una videochiamata se a sua volta non spunterà l’icona di chi ha già espresso il suo apprezzamento. Tinder conferma così l’importanza della reciprocità dell’interesse, sia per avviare una eventuale chat che per poi passare a un vero e proprio incontro virtuale in video.

L’app ha poi fatto molta attenzione ai dettagli: lo schermo durante la videochiamata si divide in due riquadri delle stesse dimensioni, così che si possa vedere bene il proprio interlocutore, ma anche controllarsi, proprio come in uno specchio, sperando di dare il meglio di noi al primo appuntamento.

La sicurezza rimane un tema centrale per l’app di incontri online. La nuova funzione Face to face diminuisce il rischio che dietro alle foto dell’account Tinder si nasconda qualcuno di ben diverso o un profilo fake. Inoltre, prima di avviare una videochiamata l’utente dovrà necessariamente accettare le regole di comportamento stabilite dall’app, che prevedono che la fotocamera sia attiva e i soggetti debbano essere ben visibili.

Alcune semplici regole “per non rovinare l’atmosfera”, dice l’app: niente nudità o contesti sessuali, mantenere un discorso pulito senza insulti, discorsi di odio, violenza o attività illegali. E ultima, ma prima per importanza, nessun contenuto che coinvolga minori.

Se durante la videochat uno dei due utenti del match viola queste regole o tiene un comportamento inappropriato, potrà essere tempestivamente segnalato al team di sicurezza di Tinder, che si occuperà della questione.

Post a Comment

I commenti saranno pubblicati dopo esser stati verificati dagli amministratori

Nuova Vecchia