Ad Code

Ticker

6/recent/ticker-posts

Cerchi Liste IPTV Sky, Mediaset Premium e DAZN gratis in alta definizione e senza blocchi? - Ecco cosa devi assolutamente sapere

Ritorniamo a parlare del fenomeno IPTV, sono sempre in aumento gli utenti che utilizzano l’IPTV e che cercadno liste IPTV per vedere Sky e Mediaset gratis ma in molti non sanno o almeno ignorano che i rischi sono tanti. 

Proprio per questo vogliamo mettere in guardia chi acquista liste iptv , anche se Effettivamente il risparmio per gli utenti c’è, così come anche i rischi. In italia a seguito anche di vari servizi tv "delle iene" he anche gli organi competenti in merito alla legge hanno sentito il bisogno di scendere in campo. Effettivamente, dati alla mano, il noto servizio pirata ha raccolto molti più utenti di Mediaset Premium e pare che continuerà a raccoglierne. 

Il giro di affari della tv pirata ammonta attorno ai 200 milioni di euro all’anno e l’anno scorso contava in tutto almeno 2 milioni di clienti, fra cui persino alcuni calciatori e più di quanti ne facesse registrare allora Mediaset Premium (un milione e mezzo di abbonati). Per chi non sa di cosa stiamo parlando le liste iptv non sono altro e che dei file m3u o dei link (url) con all’interno una serie di indirizzi dei server che trasmettono i canali in streaming. 
Sono diventate famose perché vendute illegalmente al costo di circa 10 € al mese con all’interno gli indirizzi dei canali Pay di Sky, Mediaset Premium e anche di Dazn, l’ultima Pay tv entrata nel mondo del calcio e della serie A e B. Non tutti però sono al corrente che questo tipo di pratica effettuata viene considerata totalmente illegale e, come tale, prevede sanzioni amministrative, se non addirittura pene detentive presso le carceri più vicine ai luoghi di residenza. Per far funzionare l'iptv daltronde è davvero facile basta dunque collegare un dispositivo alla TV, tipicamente un set-top-box a base Android con a bordo un software creato per vedere i contenuti multimediali in streaming. Si possono guardare migliaia di diversi contenuti provenienti dai servizi di streaming di praticamente ogni lingua e nazione. E’ possibile anche utilizzare uno smartphone, un tablet una chromecast collegata alla TV. Con pochi euro al mese, circa 10 euro, si può ottenere una serie di canali e di contenuti on-demand da guardare liberamente sulla propria televisione. In un loro servizio 
Le Iene hanno spiegato tutto in merito al servizio IPTV. Sottoscrivendo ancora una volta che si tratta di qualcosa di illegale, gli utenti sembrano essere totalmente ammaliati da questo sistema. Gli organi competenti però le stanno provando tutte per beccare innanzitutto chi è a capo dell’intero sistema, e poi anche gli utenti semplici. Con le multe infatti non si scherza: sono previsto infatti sanzioni per 2000 euro che possono arrivare in alcuni casi anche a 25.000 euro. Il consiglio è quindi quello di scegliere un abbonamento semplice e che sia soprattutto legale.
Post Navi

Posta un commento

0 Commenti

Ad Code