Breaking

martedì, aprile 30, 2019

aprile 30, 2019

Windows 10 - Come sincronizzare le notifiche dello smartphone sul PC

Ritorniamo a parlare di windows 10 , Con l’ultimo aggiornamento dell’applicazione Il tuo telefono (Your Phone) su Windows 10 e della controparte Complemento de Il tuo telefono su Android è possibile sincronizzare le notifiche dello smartphone sul PC.




La funzionalità prende il nome di Notifiche e consente all’utente di visualizzare e interagire con le notifiche ricevute sullo smartphone Android direttamente dal proprio PC con Windows 10. È necessario aver installato l’app Il tuo telefono sul PC (viene preinstallata da October 2018 Update) e della relativa app Complemento de Il tuo telefono sullo smartphone. È possibile quindi visualizzare tutte le notifiche ricevute sullo smartphone su Windows 10 e anche cancellarle dal PC per eliminarle anche dal telefono. 


Ecco la procedura da eseguire per abilitare la sincronizzazione delle notifiche su Windows 10 

Aprite l’app Il tuo telefono sul PC con Windows 10.
Dal menu hamburger sulla sinistra selezionate Notifiche.Il tuo telefono Windows 10 sincronizzazione notifiche
Cliccate su Informazioni di base.
Sullo smartphone dovrete fornire il consenso all’app per accedere alle vostre notifiche.Il tuo telefono Windows 10 sincronizzazione notifiche autorizzazione
Sul PC verranno visualizzate tutte le notifiche che riceverete sullo smartphone.
Il tuo telefono Windows 10 sincronizzazione notifiche vuoto


Dalle impostazioni dell’app Il tuo telefono è anche possibile personalizzare l’intera esperienza di ricezione delle notifiche. In particolare, è possibile scegliere se mostrare un banner per ogni notifica e selezionare, applicazione per applicazione, quali notifiche ricevere. L’applicazione, inoltre, se aggiunta alla Barra delle applicazioni mostrerà una piccola icona con una busta per segnalare la presenza di nuove notifiche.

Il tuo telefono Windows 10 sincronizzazione notifiche impostazioni

Fonte - https://www.windowsblogitalia.com/2019/04/il-tuo-telefono-notifiche-smartphone-su-pc/
aprile 30, 2019

Redmi Note 7 MIUI 10.3.5.0 - Ecco tutte le novità introdotte nel nuovo aggiornamento

Ritorniamo a parlare di REDMI NOTE 7 , da poche ore è stato rilasciato un nuovo aggiornamento ( precisamente torna ad aggiornarsi e riceve la MIUI 10.3.5.0 Global Stabile, con la quale sono state introdotte le patch di sicurezza Android di marzo e tante altre novità interessanti. 

L'aggiornamento arriva via OTA ed ha un peso di 588MB , porta con sé una nuova serie di scenari dedicati al riconoscimento AI della fotocamera, ora in grado di identificare un maggior numero di situazioni, la possibilità di bloccare l'apertura del pannello notifiche nella schermata di blocco - in modo da aumentare la sicurezza - e una nuova finestra flottante che permette di gestire le chiamate in arrivo mentre è attiva la funzione Game Booster.


Oltre alle novità elencate sono state effettuate anche tante ottimizzazioni e correzioni in diversi ambiti del sistema operativo, accompagnate dal classico miglioramento generale alle prestazioni del dispositivo.
aprile 30, 2019

WhatsApp - Come accedere e leggere i messaggi senza farsi vedere online

Ritorniamo a parlare di trucchetti per WhatsApp oggi vedremo come è possibile accedere e leggeri i messaggi senza farsi vedere online. 



Un modo per leggere i messaggi, nascondendo al tempo stesso l'accesso, c'è ed è un trucco facilissimo.
Non si tratta di scaricare nuovi aggiornamenti, ma semplicemente di cambiare le impostazioni del vostro smartphone. Ogni volta che accediamo, infatti, l'app ci mostra online e, apparentemente, non c'è un modo per nasconderci ai nostri contatti.

In realtà, il trucco è semplicissimo: basta andare sulle impostazioni dello smartphone e disattivare sia la connessione wi-fi, sia la connessione dati. A quel punto potrete accedere a WhatsApp e consultare i messaggi non letti, ma senza farvi vedere online o rivelare il vostro accesso agli altri contatti
aprile 30, 2019

Security warning Errore #DW6VB36 - Nuova truffa del computer bloccato , ecco come difendersi

Ritorniamo a parlare di truffe online , negli ultimi giorni sono tantissimi gli utenti che si sono ritrovati un messaggio sullo schermo che avvisa l’utente che un virus ha preso possesso del PC e informazioni personali sono state già rubate dagli hacker. 



A dare l’allarme è la pagina Facebook “Una vita da social” gestita dalla Polizia di Stato e sempre molto attiva nel segnalare tentativi di truffa a danni dei cittadini italiani. Come scrive la Polizia di Stato sul proprio sito Internet, non è la prima volta che questo tipo di avvisi appaiono sotto questa forma sugli schermi dei computer degli utenti. I truffatori cercano di creare allarme nella speranza che un utenti caschi nella trappola e segua le istruzioni per sbloccare il computer. Infatti, nel testo del messaggio c’è il numero di telefono da chiamare per ricevere assistenza da ingegneri specializzati. Ma in realtà si tratta di uno stratagemma per prendere possesso del PC e chiedere in cambio qualche centinaio di euro. Ecco cosa fare per difendersi dalla truffa online. 


 Il PC è bloccato: ecco il messaggio di avviso “Security warning: Il tuo computer è stato bloccato. Errore #DW6VB36. Per favore chiamaci immediatamente al numero +39 0694804XXX. Non ignorare questo avviso critico. Se chiudi questa pagina, l’accesso del tuo computer sarà disattivato per impedire ulteriori danni alla nostra rete. Il tuo computer ci ha avvisato di essere stato infestato con virus e spyware. Sono state rubate le seguenti informazioni: Accesso Facebook, Dettagli carta di credito, Accesso account e-mail, Foto conservate su questo computer. Devi contattarci immediatamente in modo che i nostri ingegneri possano illustrarti il processo di rimozione per via telefonica. Per favore chiamaci entro i prossimi 5 minuti per impedire che il tuo computer venga disattivato. Chiama per ricevere supporto: +390694804XXX“. Quello che sembra essere un vero e proprio messaggio di salvezza prima del blocco totale del PC, si tratta in realtà di una truffa. Il messaggio appare agli utenti mentre navigano su Internet, senza nessun motivo apparente: all’improvviso il monitor diventa tutto rosso con la scritta “Security warning” in bella vista e più in basso il testo che avete appena letto. Ma nessuna delle informazioni riportate nel messaggio sono vere: è tutto falso. Non esiste nessun Errore #DW6VB36. Non bisogna chiamare nessun numero per avere assistenza. Basta chiudere la scheda del browser e nel caso riavviare il PC. Piccola nota a margine: il messaggio sembra apparire solamente sui computer Windows. Se, invece, si cade nella trappola dei truffatori e si decide di chiamare il numero presente nel messaggio, risponderà un presunto ingegnere informatico, che da remoto prenderà il controllo del vostro PC, ruberà le informazioni presenti sull’hard disk e installerà anche un virus. Ma non solo. 


Per “l’intervento tecnico” chiederà in cambio anche un centinaio di euro. Insomma, una truffa a regola d’arte. Come difendersi dalla truffa La Polizia Postale e delle Comunicazioni nell’articolo postato sul proprio blog fornisce anche dei suggerimenti per difendersi da questo tipo di truffe. In primis, non bisogna mai cadere in queste trappole: se riceviamo un messaggio di questo tipo basta ignorarlo, anche se esercita una forte pressione psicologica. Se messaggi di questo genere appaiono in continuazione mentre si naviga su Internet, bisogna effettuare una scansione antivirus. È molto alta la possibilità che un adware (una particolare tipologia di malware) abbia preso il controllo del nostro computer. Per chi non lo sa, l’adware è un virus che mostra pubblicità malevole sul PC. Infine, è bene ricordare che è necessario installare un antivirus che protegga i vostri dispositivi. Ne esistono moltissimi, anche gratuiti. L’importante è avere un software che vi protegga da questo tipo di truffe online.
aprile 30, 2019

Come scoprire chi si connette al Wi-Fi di casa

Per capire se qualcuno stia sfruttando la nostra connessione Wi-Fi è necessario verificare gli indirizzi MAC, acronimo di Media Access Control Addresses. Ma cosa sono questi indirizzi MAC? 

Si tratta di una combinazione alfanumerica e univoca che identifica una scheda di rete Wi-Fi o Ethernet. È, di fatto, la carta di identità di qualunque dispositivo di rete, sia esso un computer, uno smartphone, una stampante o una videocamera IP. Grazie all’indirizzo MAC potremmo identificare in maniera certa e univoca qualunque device sia connesso alla nostra rete Wi-Fi.

Ma come possiamo utilizzare questa informazione per verificare che non ci sia un intruso? Facile, possiamo fare una scansione della rete grazie ad applicativi chiamati network scanner (tra i più usati troviamo Angry IP) oppure collegandosi al pannello di gestione del nostro router e controllare tra le impostazioni. 


Basterà trovare l’indirizzo IP del router, inserire le credenziali di accesso (se non le ricordate, guardate sul manuale di istruzioni) e spulciare tra le voci del menu alla ricerca di qualcosa che ricordi MAC address o Indirizzo MAC. 

Una volta individuata la voce, ci troveremo di fronte una lista dei dispositivi connessi alla nostra Wi-Fi: se tra notiamo dei computer, smartphone, o tablet che non sono di nostra proprietà significa che qualcuno sta usando la nostra rete Wi-Fi in maniera fraudolenta.
aprile 30, 2019

Registratore Di Chiamate Automatico - Applicazione per registrare le telefonate su Android

Oggi vogliamo segnalarvi Registratore Di Chiamate Automatico  , un'applicazione utilissima che risulta una delle migliori sul playstore tra i migliori registratori di chiamata disponibili su smartphone Android.
  

Il funzionamento dell'applicazione è semplice ed intuitivo , una volta installata l’app Registratore Di Chiamate Automatico si attiva ed una notifica in alto, durante le chiamate, ci confermerà che la chiamata in corso è in fase di registrazione. Dalla schermata principale dell’applicazione vengono riassunte tutte le chiamate registrate.  


Dal menu laterale, inoltre, è possibile scegliere se si desidera visualizzare solo le chiamate in entrata, solo quelle in uscita o tutte le chiamate registrate. Premendo sulla stessa accanto ad una determinata chiamata, inoltre, si aggiungerà la stessa alla sezione “Importanti” in cui l’utente può conservare le registrazioni più significative. In alto, inoltre, troviamo anche una barra di ricerca, molto utile per rintracciare rapidamente tutte le registrazioni effettuate con un determinato contatto. In alto a destra si accede alle impostazioni dell’app Registratore Di Chiamate Automatico. 

Da questa sezione è possibile scegliere se si desidera o meno attivare la funzione di registrazione chiamate, creare una lista di numeri da non registrare ed impostare un PIN per impedire accessi non autorizzati all’applicazione. E’, inoltre, possibile modificare il tipo di fonte audio ed il formato del file della registrazione oltre che la posizione dove salvare il file.


lunedì, aprile 29, 2019

aprile 29, 2019

Come Vedere Sky Go su Amazon Fire TV

Ritorniamo a parlare di amazon fire tv , oggi vedremo come installare il file apk di sky go , vediamo insieme come in pochi e semplici passi è possibile installare manualmente il 

programma Sky Go sulla chiavetta di Amazon in modo da poter sfruttare il tuo abbonamento a Sky Go in qualunque momento o su qualunque televisione

Ecco la procedura per Installare Sky Go su Amazon Fire TV Stick
  1. scaricate questo apk da apkmirror;
  2. installatelo su Fire Tv stick tramite Apps2Fire
  3. Al termine dell' installazione potrete lanciare l'app e partirà normalmente  
  4. Buona visione!



Vogliamo precisarvi che purtroppo l’applicazione (essendo la versione per tablet) non è navigabile tramite telecomando , per usare al meglio il servizio avrete bisogno necessariamente di un mouse o telecomando Bluetooth esterno oppure usare l’applicazione che fa in modo che compaia sulla Fire Tv stick un puntatore da usare col telecomando.
aprile 29, 2019

Looparoid - Applicazione per creare foto in stile Polaroid

Ritorniamo a parlare di applicazione dedicate alla fotografia, oggi vogliamo segnalarvi Looparoid, un’applicazione Android gratuita per creare storie fotografiche mozzafiato che possono essere scaricate direttamente dal Google Play Store.

Looparoid può portare fino a 8 immagini insieme per creare una storia in pochi e semplici passi .. Inoltre è possibile creare immagini GIF animate da condividere sui social in un clic!


Scarica  Looparoid direttamente da Google Play store tramite il badge sottostante
aprile 29, 2019

Windows 10 - Come creare un backup del sistema

Ritorniamo a parlare di windows 10 , oggi vedremo come creare in pochi e semplici passi un backup del nostro sistema operativo.



Ecco la procedura per creare un backup del sistema su windows 10
  1. Apri il Pannello di Controllo (anche via voce grazie a Cortana)
  2. Clicca su Sistema e Sicurezza
  3. Ora clicca su Backup e Ripristino
  4. Sul pannello di sinistra, clicca su Crea un’immagine di Sistema
  5. A questo punto sono disponibili due opzioni di salvataggio: disco esterno o DVD. Una volta fatta la tua scelta clicca su Avanti.


Una volta creata l’immagine del sistema, Windows chiederà se vuoi creare anche un disco di ripristino del sistema. Ciò serve a creare un supporto CD o DVD che, in caso di blocco del computer, consente di avviarlo ugualmente e di ripristinare il sistema operativo con il backup appena creato. Vogliamo ricordarvi e precisarvi che, tutte le modifiche al sistema operativo effettuate dopo il backup andranno perse nel caso di ripristino del sistema. 
aprile 29, 2019

Windows 10 - Come vedere la password della nostra rete Wi-Fi

Ritorniamo a parlare di windows oggi vedremo come vedere la password della nostra rete Wi-Fi Se avete dimenticato la password della vostra rete Wi-Fi ma riuscite comunque a 

connettervi con il vostro PC/tablet Windows 10, non vi disperate in pochi e semplici passi è possibile recuperare le credenziali di accesso a internet
Ecco la procedura da eseguire
Individuate, nella zona di notifica in basso a destra, l’icona del Wi-Fi o di rete
Premeteci con il tasto destro e poi scegliete la voce che porta alle impostazioni di rete
Nella finestra che si apre cercate la voce che porta alle “Opzioni Scheda”
Vi si pareranno davanti delle icone relative alle connessioni disponibili sul vostro PC, ovviamente quella che vi interessa è quella identificata dal nome “Wi-Fi”

Premeteci con tasto destro e dal menu che si apre scegliete “Stato” e poi cliccate sul pulsante “Proprietà wireless”
Si aprirà un’ulteriore finestra, dove dovrete navigare verso la scheda “Sicurezza”. In questa troverete il campo “Chiave di sicurezza di rete” appunto quello con la password che però non sarà visibile di default.

    Per vedere la password vi basterà dunque spuntare la casella “Mostra caratteri
    aprile 29, 2019

    Google Authenticator backup - Ecco come recuperare i codici

    Stai per cambiare telefono e non vuoi perdere i codici di Google Authenticator? Ecco una semplice guida da seguire prima di formattare il vecchio telefono L’autenticazione a due fattori è uno dei metodi più efficaci per migliorare la sicurezza dei propri account online e dei dati contenuti al loro interno. 


    L'Utilizzo di app per generare codici d’accesso offre un grado di sicurezza ancora maggiore rispetto alla ricezione di SMS. Google Authenticator è una applicazione che ti permette di fare esattamente questo, in modo semplice e gratuito su smartphone Android e iOS. Quando dovremo eseguire una autenticazione a due fattori per entrare in un servizio compatibile con Google Authenticator non dovremo far altro che aprire l’app e leggere il token. Ma cosa succede se compriamo un nuovo smartphone? Come recuperare i codici di accesso e come portarli sul nuovo device? 

    Come recuperare i codici di Google Authenticator

    Per fortuna Google ha previsto una procedura guidata proprio per questo caso, che ti permette di aggiungere un nuovo dispositivo sul quale installare Authenticator e generare i token per le autenticazioni a due fattori. Con la stessa procedura, ovviamente, si rimuove il vecchio smartphone precedentemente utilizzato come secondo fattore di autenticazione. La prima cosa da fare per recuperare i codici di Google Authenticator è installare l’app sul nuovo smartphone Android o iPhone. Subito dopo, dal tuo computer, dovrai visitare la pagina di Google per la verifica a due fattori e fare il login. Authenticator ti dirà quale smartphone stai usando al momento e ti mostrerà un pulsante per cambiare dispositivo. Clicca su “Cambia telefono” e inserisci il numero di telefono dello smartphone che vuoi usare (il tuo nuovo smartphone) e se preferisci ricevere i codici via SMS o tramite telefonata. A questo punto spostati sul tuo nuovo dispositivo e, all’interno dell’app di Authenticator, clicca su “Inizia > Leggi codice a barre“. Ora dovrai usare il nuovo smartphone per leggere il codice a barre che è apparso sullo schermo del computer. Quando vedi comparire il codice a sei cifre sul telefono dopo aver fatto la scansione del bar code, inserisci tale codice nel computer e poi clicca su “Verifica e Salva“. 


    Devi ripetere questo procedimento per tutti i servizi che hai scelto di usare con l’autenticazione a due fattori tramite Google Authenticator (ad esempio i login ai tuoi profili Apple, Amazon, Dropbox o Facebook). Ma fai molta attenzione: prima di cancellare l’app di Authenticator dal vecchio telefono devi essere sicuro di aver spostato sul nuovo tutti i profili protetti, altrimenti tali profili verranno bloccati

    domenica, aprile 28, 2019

    aprile 28, 2019

    Instagram - Come nascondere l'ultimo accesso e le attività ai propri follower

    Ritorniamo a parlare di Instagram , oggi vedremo come in pochi e semplici passi è possibile nascondere l'ultimo accesso e le attività ai propri follower.



    .
    Ecco come fare per nascondere l'ultimo accesso e le ultime attività ai propri follower. Il metodo, in tre piccoli passaggi, è molto semplice: in primis, occorre selezionare le 'opzioni' in alto a destra all'interno dell'app.


    A questo punto, si aprirà una schermata che include le funzioni in diversi raggruppamenti. Scorrendo verso il basso, superando le categorie 'Invita amici', 'Segui persone' e 'Account', si arriverà a 'Impostazioni'.


    Scorrete ancora verso il basso e, tra le varie funzioni, comparirà l'opzione 'Mostra lo stato di attività'. Basterà disattivarla, cliccando sul 'pulsantino' blu, per godere di una maggiore privacy sul popolare social network, ma attenzione: nascondendo i vostri accessi e le vostre attività, un po' come accade anche con WhatsApp, non potrete più vedere quelli dei vostri follower.

    aprile 28, 2019

    Windows 10 - Aggiornamenti bloccati se avete una pennetta USB è connessa al PC

    Ritorniamo a parlare di windows 10 , nelle ultime ore sta facendo parlare di se l'ultima novità di casa microsoft che è al quanto curiosa , dal prossimo aggiornamento Windows 10 avrà una caratteristica ai limiti del comprensibile: non si potrà aggiornare il PC se ad esso sono collegati dischi esterni o chiavette USB né schede di memoria SD. 


    Se già tutto questo può sembrare assurdo, ancor più strana sembra la motivazione: su un PC con memorie esterne collegate in USB o inserite nello slot SD potrebbe esserci un riassegnamento delle lettere delle unità esterne. In pratica: se prima dell’aggiornamento al May Update il nostro disco esterno USB è identificato, ad esempio, con la lettera “G:\” mentre dopo l’aggiornamento lo stesso disco potrebbe diventare “H:\“. Ancor più grave, come spiega Microsoft stessa in un documento del suo supporto online: “Il riassegnamento delle lettere dei drive non è limitato ai dischi rimovibili. Anche i dischi interni potrebbero esserne affetti“. 
    Perché non è possibile aggiornare Windows 10 con una pennetta USB 

    Di conseguenza Microsoft ha bloccato l’aggiornamento per i PC con queste configurazioni e ha preparato un messaggio d’errore che, anche lui, tutto è tranne che comprensibile: “Questo PC non può essere aggiornato a Windows 10. Il tuo PC ha un hardware che non è pronto per questa versione di Windows 10. Nessuna azione è necessaria. Windows Update offrirà questa versione di Windows automaticamente non appena il problema sarà risolto“. Tradotto: Windows Update aggiornerà il sistema da solo, ma solo quando staccherai il disco esterno. E se lo lasci connesso? Allora gli aggiornamenti resteranno bloccati e tu, se non avrai letto questo articolo, non saprai nemmeno perché. Nello stesso documento del supporto online Microsoft propone anche un “workaround“, cioè un trucchetto per risolvere questo problema: stacca l’hard disk esterno USB (o rimuovi la schedina di memoria SD) e lancia nuovamente l’update. Fonte Libero Tecnologia
    aprile 28, 2019

    Cleaner per whatsapp - Applicazione che ti permette di cancellare i file ricevuti e inviati via WhatsApp

    Ritorniamo a parlare di app ed utility per whatsapp , oggi vogliamo segnalarvi cleaner per whatsapp un utile pulitore e booster che ti permette di cancellare i file ricevuti e inviati via WhatsApp e consente di liberare spazio sul tuo dispositivo.



    Ecco le principali caratteristiche di Cleaner per Whatsapp



    Tutti i file multimediali di WhatsApp in un’unica posizione. – Cancella i file multimediali selezionati (video, immagini, audio, note vocali, documenti). – Elimina tutti i file multimediali con un clic. – Cancella i file spazzatura multimediali di WhatsApp per ogni categoria. – Esplora i tipi di file multimediali prima della pulizia. – Esplora i supporti ricevuti e inviati separatamente. – Interfaccia user-friendly.


    Cosa aspetti scarica Cleaner per whatsapp dal Play Store tramite il badge sottostante

    Badge-Google-Play
    aprile 28, 2019

    WhatsApp - Fate attenzione al messaggio vocale con virus

    Un messaggio sta girando in questi giorni su WhatsApp e mette in guardia dalle note audio: scopri cosa c'è di vero “Attenzione, in Messenger e su WhatsApp. Ci sono messaggi che arrivano da parte di persone in rubrica che sono dei virus. 

    Nel messaggio vi chiedono di mandare un messaggio vocale. Fare attenzione. Io ne ho ricevuti 2 e probabilmente dal mio vi potrebbero arrivare richieste simili….Non sono io quindi non inviate alcun messaggio vocale“. Questo messaggio sta diventando virale sui social network e su WhatsApp e sta creando allarme tra gli utenti. Ma non bisogna preoccuparsi. Si tratta di un messaggio-fake creato ad arte per impaurire gli utenti. Non esiste nessuna nota audio che nasconde un virus: potente continuare ad ascoltare i messaggi vocali inviati dai propri amici senza nessun tipo di problema. Si tratta della classica catena di Sant’Antonio che ogni settimana nasce su WhatsApp e che viene inoltrata di gruppo in gruppo fino a diventare virale.


    Nonostante gli sforzi compiuti dai programmatori di WhatsApp per arginare in tutti i modi i messaggi bufala, i truffatori riescono sempre e comunque a trovare dei nuovi modi per diffondere le loro fake news. Oltre che nei gruppi WhatsApp, il messaggio si sta diffondendo anche su Facebook e su Facebook Messenger. I creatori di notizie fake stanno cercando nuove piattaforme per diffondere i loro messaggi dopo che WhatsApp ha diminuito in maniera importante il numero di volte che un messaggio può essere inoltrato. La nuova frontiera è quindi Facebook Messenger e il social network blu, dove ancora non sono presenti delle protezioni contro le notizie bufala. Il messaggio che sta girando in questo ore su Internet è stato creato da persone esperte del mondo digitale. Oltre ad essere scritto in un buon italiano, il messaggio tocca gli argomenti giusti: le note vocali, uno degli strumenti più utilizzati dai giovani, e i virus. 


    La maggior parte degli utenti ha il terrore dei malware e non sono in grado di capire quando un virus ha infettato il loro dispositivo. Basta leggere questa parola per scatenare il panico. Proprio quello che è accaduto in queste ore tra il popolo di Internet.
    aprile 28, 2019

    GMER - Programma per rimuovere dal PC rootkit nascosti

    Ritorniamo a parlare di sicurezza e virus , oggi vogliamo segnalarvi GMER un programma gratuito che si occupa di mettere in luce la presenza di eventuali rootkit sul sistema in uso. 

    In particolare, il programma va alla ricerca di processi, thread, moduli, servizi, file, chiavi del registro, driver ed altri elementi che risultino nascosti e quindi molto sospetti. 
    Il software è anche in grado di monitorare la creazione di nuovi processi, il caricamento di driver e librerie, le operazioni compiute sui file, le connessioni TCP/IP e tutti gli elementi del registro di Windows.


    aprile 28, 2019

    Downdetector - Applicazione che monitora le interruzioni delle telecomunicazioni

    Oggi vogliamo segnalarvi Downdetector un'applicazione disponibile sia per dispositivi android che ios che con oltre 3.000 servizi in 25 paesi monitora le interruzioni delle 

    telecomunicazioni (internet, telefonia e servizi TV), problemi bancari online, siti web che crashano e applicazioni che non funzionano.

    L’interfaccia grafica offre un design pulito e tutte le features necessarie per avere sott’occhio la situazione, compresa la possibilità di leggere i commenti degli utenti (provenienti dal sito ufficiale, da Twitter e da Facebook) e di inviare il vostro eventuale commento.





    Scarica  Downdetector direttamente dal tuo store tramite il badge sottostante

      

    venerdì, aprile 26, 2019

    aprile 26, 2019

    Come proteggere un documento word con password

    Ritorniamo a parlare di privacy , oggi vedremo come proteggere un documento con una password in modo da tenere i nostri documenti al sicuro e lontano da occhi indiscreti. 





    Ecco la procedura da eseguire per proteggere un documento word con una password   

    In un documento aperto fare clic su File > Informazioni > Proteggi documento.
    Verranno visualizzate le opzioni seguenti.



    Segna come finale:    imposta il documento per la sola lettura.

    Quando un documento viene segnato come finale, i comandi per la digitazione e la modifica e gli indicatori di correzione vengono disabilitati o disattivati e il documento diventa di sola lettura. Con il comando Segna come finale è possibile segnalare che la versione condivisa del documento è definitiva ed evitare che chi rivede o legge il documento lo modifichi inavvertitamente.
    • Quando un documento viene segnato come finale, Word chiede se si vuole salvare il file. La volta successiva che si apre il documento, nella parte superiore verrà visualizzato il messaggio in giallo SEGNATO COME FINALE. Se si fa clic su Modifica comunque, il documento non sarà più contrassegnato come finale.
    Crittografa con password:    consente di impostare una password per il documento.
    • Importante : Conservare la password in un luogo sicuro. Se la password viene smarrita o dimenticata, non potrà essere recuperata.
    • Quando si seleziona Crittografa con password, viene visualizzata la finestra di dialogo Crittografa documento. Nella casella Password digitare una password. Importante: Microsoft non può recuperare password perse o dimenticate. È quindi consigliabile conservare un elenco delle password e dei nomi dei file corrispondenti in un luogo sicuro.
    Limita modifica:    consente di controllare il tipo di modifiche eseguibili nel documento.
    Quando si seleziona Limita modifica, vengono visualizzate queste opzioni:
    • Restrizioni alla formattazione    Riduce le opzioni di formattazione disponibili mantenendo l'aspetto corrente. Fare clic su Impostazioni per selezionare gli stili consentiti.
    • Restrizioni alle modifiche    Consente di controllare le modifiche che è possibile eseguire nel file o di disabilitare la modifica. Per indicare quali utenti possono eseguire modifiche, fare clic su Eccezioni o Altri utenti.
    • Applicazione protezione    Fare clic su Sì, applica protezione per selezionare la password di protezione o l'autenticazione utente. È possibile anche fare clic su Limita autorizzazioni per aggiungere o rimuovere gli autori delle modifiche che avranno autorizzazioni limitate
    aprile 26, 2019

    Launcher 10 - Applicazione per trasformare il tuo dispositivo Android in Windows Phone

    Ritorniamo a parlare di modding e di personalizzazione del nostro dispositivo , oggi vogliamo segnalarvi Launcher 10 è un’applicazione che permette di personalizzare il look dello smartphone con lo stile dei dispositivi mobili Windows.


    Le opzioni disponibili sono davvero tante e vanno dalla possibilità di mostrare più riquadri (ovvero una colonna in più, proprio come nel sistema operativo Microsoft) a quella di scegliere il colore delle live tile, la trasparenza, le animazioni, di effettuare e ripristinare un backup della home e delle preferenze.

    Nella schermata Start, invece, è possibile scegliere la dimensione delle tile, tra piccole, medie e larghe, creare cartelle e scorrere verso sinistra per accedere alla lista completa delle app installate. Ovviamente non manca la possibilità di aggiungere i classici widget di Android, come la barra di ricerca di Google o le previsioni meteo.



    Scarica Launcher 10  direttamente dal play store tramite il badge sottostante


      
    aprile 26, 2019

    Format Factory - Programma gratis per la conversione di file multimediali su PC

    Oggi vogliamo segnalarvi Format Factory un programma gratuito che permette  di convertire tutti (o quasi) i tipi di file audio, video e immagine, e di regolare la qualità della codifica tra bassa, media e alta. 


    Con Format Factory potrai anche importare il contenuto di un CD o un DVD sul tuo PC e divertirti montando i video e i file audio.




    aprile 26, 2019

    WhatsApp - Come funziona la Modalità Riposo

    Ritorniamo a parlare di whatsapp, oggi vogliamo segnalarvi la “Vacation Mode“, in italiano “Modalità Riposo“, una nuova funzione che dovrebbe debuttare a breve su WhatsApp e aiuterà gli utenti a gestire al meglio le chat archiviate.

    Per chi non ne fosse a conoscenza, WhatsApp permette di archiviare le conversazioni “morte” o quelle in cui non si vuole più partecipare. Le chat archiviate vengono spostate in basso in modo che l’utente non le possa più vedere. Ma basta un messaggio per riportare in alto la conversazione, anche se archiviata. Gli sviluppatori hanno deciso di sistemare questo “bug” introducendo la Modalità Riposo. Che cosa cambia? Le chat archiviate vengono inserite in una sezione ad hoc della home e raccolte alla fine della lista delle conversazioni. Inoltre, se qualcuno scriverà un messaggio, la chat archiviate resterà ancorata al basso.


    Come funziona la Modalità Riposo

    La Vacation Mode è stata scoperta dai ragazzi di WABetaInfo, un gruppo molto attivo sui social dove pubblicano tutte le novità sul mondo WhatsApp. Nella versione 2.19.101 della beta di WhatsApp, i ragazzi hanno scoperto l’esistenza della Modalità Riposo, proposta già nell’ottobre 2018 e poi scomparsa senza nessuna spiegazione ufficiale.

    La Modalità Riposo introduce un nuovo sistema per gestire le chat archiviate. Se finora quando si riceveva un messaggio in una chat archiviata, la stessa veniva riportata in alto nella home del proprio profilo WhatsApp, con la Modalità Riposo questo non accadrà più. Le chat archiviate verranno inserite in una sotto-sezione dell’app e per vedere i messaggi ricevuti dovrà essere l’utente ad andarci. Una novità che non potrà che far felici tutti gli utenti che lamentavano dell’inutilità della funzione “Archivia”.


    Come detto, la Modalità Riposo per il momento è disponibile solamente nella versione beta di WhatsApp: se i test andranno a buon fine, la funzionalità verrà rilasciata per tutti. 

    Fonte LiberoTeconologia
    aprile 26, 2019

    Temp Mail - Applicazione per creare indirizzi e-mail temporanei, sicuri, anonimi, gratuiti ed usa e getta

    Ritorniamo a parlare di app ed anonimato , oggi vogliamo segnalarvi Temp Mail  , un'ottima applicazione che permette di creare indirizzi e-mail temporanei, sicuri, anonimi, gratuiti ed usa e getta.

    Temp Mail è disponibile sia per i dispositivi ios che android , personalmente la tovo  utilissima per evitare di mettere il proprio indirizzo email e ricevere migliaia di email di spam, mailing pubblicitarie, hacking e attacchi di robot. 


    Usando email temporanee riuscirai a tenere la tua casella di posta reale pulita e al sicuro.


    Scarica Temp Mail direttamente dal tuo store tramite il badge sottostante


      

    giovedì, aprile 25, 2019

    aprile 25, 2019

    TinyTunes - Applicazione per cercare e scaricare qualsiasi brano MP3 direttamente sul vostro smartphone Android

    Oggi vogliamo segnalarvi TinyTunes un'altra ottima applicazione Android che permette di cercare e scaricare qualsiasi brano MP3 che si desidera ascoltare, in modo gratuito e direttamente sul vostro smartphone Android. 

    TinyTunes permette di ascoltare in streaming migliaia di canzoni ospitate su sette server diversi, direttamente dal dispositivo AndroidTinyTunes è molto facile da usare, basterà ricercare il titolo, l’album o l’artista della canzone desiderata. 


    Si potrà anche accedere alle liste popolari di iTunes, Billboard Hot 100 e le hits Pop, Rock. Reggae, Latino, Jazz. In questo modo si potrà scoprire nuova musica e scaricarla sul proprio dispositivo.


    Cosa aspetti scarica TinyTunes direttamente tramite il link sottostante